Direzione Regionale per i Beni culturali e Paesaggistici dell'Abruzzo


Teatro Comunale dell'Aquila prendono l'avvio i lavori di restauro e adeguamento funzionale

15/10/2015

Teatro Comunale

L’Aquila, TEATRO COMUNALE

giovedì 15 ottobre 2015, ore 11.30

 

CONSEGNA DEI LAVORI DI RESTAURO

E ADEGUAMENTO FUNZIONALE

 

intervengono

Berardino Di Vincenzo

Segretario Regionale supplente MiBACT per l’Abruzzo

Alessandra Vittorini

Soprintendente Unico per L’Aquila e il cratere

Massimo Cialente

Sindaco dell’Aquila

Pietro Di Stefano

Assessore alla Ricostruzione del Comune dell’Aquila

Adolfo Paravano

Vice Presidente del Teatro Stabile d’Abruzzo

Alessandro D’Alatri

Direttore Artistico del Teatro Stabile d’Abruzzo

Mauro Pasolini

Presidente Società Cooperativa Conscoop

 

 

Il Teatro è un diritto e un dovere per tutti.

La città ha bisogno del Teatro.

Il Teatro ha bisogno dei cittadini

 

Paolo Grassi

 

 

 

TEATRO COMUNALE DELL’AQUILA

PRENDONO L’AVVIO I LAVORI DI RESTAURO

E ADEGUAMENTO FUNZIONALE

L’Aquila, 15 ottobre 2015 – Punto di riferimento della vita culturale della città dell’Aquila, il Teatro Comunale non è solo un bene monumentale di valore storico-artistico, ma il luogo per eccellenza dedicato allo spettacolo dal vivo. Per questo la notizia dell’avvio dei lavori di restauro e di rifunzionalizzazione dell’edificio fabbricato nel 1854 su progetto di Luigi Catalani e inaugurato nel 1872, è di quelle molto attese.

Il percorso per arrivare a questo momento non è stato semplice; dopo il protocollo d’intesa sottoscritto dal Comune dell’Aquila, proprietario dell’edificio, che incaricava l’allora Direzione Regionale per i beni culturali del recupero del Teatro (settembre 2012), si è proceduto all’espletamento della procedura di gara pubblica per l’affidamento dei lavori, a luglio 2013.
Conclusa da poco la gara, la ditta aggiudicataria è stata sottoposta ad una procedura fallimentare, che ha dato quindi l’avvio alla revoca dell’aggiudicazione provvisoria.

Affidato l’intervento alla seconda classificata, la Società Cooperativa Conscoop, oggi si giunge finalmente all’inizio concreto dei lavori, che avranno la durata di 750 giorni (importo a base d’asta € 7.135.847,14): poco più di due anni, dunque, per poter tornare ad assistere agli spettacoli nello spazio gestito dal 1963 dal Teatro Stabile d’Abruzzo, e continuare a scrivere tra palco e platea pagine della storia culturale della città.

Accanto alla prioritaria esigenza di adeguamento sismico, l’intervento di recupero è nella sostanza un progetto di conservazione dell’architettura, nel rispetto degli elementi caratterizzanti dell’edificio, che risponda anche alle esigenze di adeguamento funzionale richiesto dall’Ente gestore.
La “macchina teatrale” viene dunque sottoposta a revisione, per rispondere sia alla imperativa necessità di conformarne l’utilizzo alle normative vigenti che alla capacità produttiva del teatro stesso, spesso sofferente di una quasi cronica carenza di spazi.

La previsione di laboratori, sala prove, spazi per tecnici ed artisti, depositi per i materiali di scena, nel progetto si mette in relazione con la necessità di un aumento dei posti a miglior visibilità, la richiesta di ripristinare l’originaria vocazione lirica della sala, con un accurato perfezionamento anche dell’acustica, lo studio di un nuovo sistema platea, la revisione della tecnologia di scena, la volontà di garantire un miglioramento dell’accessibilità e della fruibilità complessiva degli spazi dell’edificio, sia per le maestranze che per il pubblico, per restituire alla città uno spazio sicuro e un teatro rispondente alla contemporaneità.

Teatro Comunale - 1Teatro Comunale - 2Teatro Comunale - 3Teatro Comunale - 4